WEEKEND IN TOSCANA: CONSIGLI UTILI PER VIVERE AL MEGLIO LA VALDERA

WEEKEND IN TOSCANA: CONSIGLI UTILI PER VIVERE AL MEGLIO LA VALDERA

Nel nostro weekend in Toscana siamo andati alla scoperta di una zona insolita e ricca di fascino in provincia di Pisa. Stiamo parlando della Valdera, un luogo attraversato da dolci e verdi colline e punteggiato da borghi medievali intrisi di storia.

La Valdera è un territorio più o meno ampio che si sviluppa intorno al fiume Era, il quale sfocia nel più grande fiume Arno nei pressi della città di Pontedera.

Grazie a Pontedera & Valdera Tourist Office abbiamo avuto la possibilità di conoscere a fondo questo angolo di Toscana, entrando in contatto con le piccole realtà locali, cuore pulsante dell’intero territorio.

WEEKEND IN TOSCANA: CONSIGLI UTILI SULLA VALDERA

COME ARRIVARE IN VALDERA

Esistono diversi modi per raggiungere la Valdera:

In auto

Percorrere l’autostrada A1 e imboccare l’uscita Firenze Signa. Proseguire sulla S.G.C. Firenze-Pisa-Livorno fino a raggiungere le uscite Pontedera Est o Pontedera Ovest.

Altre due strade alternative sono l’autostrada A11 – uscita Altopascio oppure l’E80. In quest’ultimo caso uscire a Pisa Centro se si proviene da Nord o a Vicarello se si proviene da Sud e imboccare poi la S.G.C. Firenze-Pisa-Livorno in direzione Firenze, uscita di Pontedera Ovest o Pontedera Est.

In treno 

La stazione ferroviaria di riferimento della Valdera è quella di Pontedera Casciana Terme. Essa è raggiungibile da Firenze Santa Maria Novella o Pisa Centrale via Empoli.

In aereo

L’aeroporto più vicino è quello Galileo Galilei di Pisa, da cui è possibile raggiungere Pontedera in taxi o con il treno.

DOVE DORMIRE SE AVETE SCELTO DI PASSARE UN WEEKEND IN VALDERA

Durante il nostro weekend in Toscana siamo stati coccolati dallo staff del Casale Le Torri, situato nelle campagne di Ponsacco.

Weekend in Toscano: dormire al Casale Le Torri

Esterno del Casale Le Torri (Credits: Casale Le Torri)

Il Casale Le Torri Resort & Restaurant nasce dalla ristrutturazione di una casa di campagna risalente al secolo scorso. I vigneti e gli uliveti che lo circondano si estendono a perdita d’occhio nella vallata circostante.

Il resort conta 13 camere disposte su 3 livelli e dotate di tutti i confort necessari: bagno privato, wi-fi, TV, cassaforte, aria condizionata/riscaldamento, linea cortesia con prodotti biologici, minibar e selezione di té e infusi. Oltre alle 13 camere, la struttura dispone anche di quattro appartamenti arredati in stile toscano.

La nostra camera presso il Casale Le Torri

La nostra camera presso il Casale Le Torri

Nella bella stagione è possibile godere della piscina all’aperto e della zona idromassaggio. Per i palati più esigenti, invece, il Casale è dotato di un ristorante dove si possono gustare i sapori tipici immersi in un’atmosfera country.

Un’informazione per noi importante da sottolineare è che la struttura è pet friendly.

Per prenotare e avere maggiori info sul Casale Le Torri cliccate qui.

ECCELLENZE GASTRONOMICHE, CONOSCERE LA TOSCANA PIÙ AUTENTICA

In questo piccolo lembo di terra toscana abbiamo passato dei giorni diversi dal solito. Non una visita fatta di paesaggi e belle foto, ma l’esperienza di venire a contatto con le piccole realtà locali.
Un pezzo di Italia che abbiamo scoperto attraverso la sua gente.
Quella gente che ogni giorno si alza e porta avanti la sua passione contro tutte le difficoltà che purtroppo esistono nel nostro Belpaese.
Sono loro i rappresentanti delle nostre eccellenze; sono loro che puntano alla qualità e valorizzano i territori e sono sempre loro a cui va tutta la nostra riconoscenza.

1. Arcenni Tuscany

Arcenny Tuscany alleva chiocciole a Capannoli con metodo esclusivamente a ciclo naturale e all’aperto. L’allevamento si estende per oltre 2,5 ettari e si suddivide in ampi recinti dedicati alla riproduzione e alla crescita delle chiocciole. La loro alimentazione è prettamente vegetale e priva di mangimi e pesticidi chimici.

Le chiocciole di Arcenni Tuscany

Le chiocciole di Arcenni Tuscany

Tutto il ciclo di nascita e crescita delle chiocciole segue il naturale alternarsi delle stagioni. L’uomo interviene solo per controllare che tutto si svolga nel migliore dei modi. Questo fa sì che Arcenni Tuscany abbia come obiettivo primario una produzione artigianale di alta qualità, in cui le chiocciole sono seguite in ogni fase della loro vita fino alla raccolta, spurgatura e trasformazione finale del prodotto.

È possibile, inoltre, partecipare a visite guidate dell’azienda agricola accompagnate da degustazioni dei prodotti Arcenni Tuscany.

Degustazione a base di chiocciole presso Arcenni Tuscany

Degustazione a base di chiocciole presso Arcenni Tuscany

Contatti

Mail: info@arcennituscany.com

Tel: 338 8675094 oppure 338 1910410

Per visitare il sito cliccate qui.

Per visitare la pagina Facebook cliccate qui.

2. EatValdera

EatValdera è, in primis, un’associazione di produttori e trasformatori agricoli della zona della Valdera che si sono messi insieme per far conoscere le specialità locali. Tutti questi prodotti sono esposti e venduti all’interno di EatValdera – La Bottega dei Produttori che ha sede a Peccioli.

EatValdera - La Bottega dei Produttori

EatValdera – La Bottega dei Produttori

I prodotti alimentari sono a chilometro zero, di qualità garantita e biologici. Nel negozio si possono fare degustazioni con piatti e ingredienti stagionali prima dell’acquisto. In questo modo si può toccare con mano, anzi con il palato, la qualità e la bontà del prodotto. All’interno della bottega sono organizzate periodicamente serate a tema per conoscere più da vicino la produzione che caratterizza la zona.

Contatti

Mail: daniela.mattonai@gmail.com

Tel: 0587 635614

Per vistare il sito cliccate qui.

Per vistare la pagina Facebook cliccate qui.

3. Pastificio Martelli

Il Pastificio Martelli fu fondato nel 1926 dai fratelli Martelli – Guido e Gastone – nel centro storico del bellissimo borgo di Lari. La loro filosofia, tramandata di generazione in generazione, è quella di produrre pasta di altissima qualità ma in piccole quantità.

Weekend in Toscana: eccellenze gastronomiche presso il Pastificio Martelli a Lari (PI)

Pasta Martelli

Il pastificio – tra i più piccoli in Italia – si può tranquillamente definire tradizionale per via dei metodi di lavorazione eseguiti. Si scelgono le semole di grano duro della migliore qualità e si impastano lentamente con acqua fredda. Una volta pronto l’impasto, si utilizzano trafile in bronzo circolari e si procede all’essiccazione a basse temperature, che garantisce un’elevata digeribilità del prodotto.

Il Pastificio Martelli produce solo cinque formati di pasta: Spaghetti, Spaghettini, Maccheroni di Toscana, Penne classiche e Fusilli di Pisa. Sono, inoltre, possibili visite guidate all’interno dei locali del pastificio stesso.

Taglio della pasta presso il Pastificio Martelli

Taglio della pasta presso il Pastificio Martelli

Contatti

Mail: info@famigliamartelli.it

Tel: 0587 684238

Per visitare il sito cliccate qui.

Per visitare la pagina Facebook cliccate qui.

4. Macellerie “Slow Food” di Lari

Durante il nostro weekend in Toscana, grazie a Visit Casciana Terme Lari, siamo andati anche alla scoperta delle macellerie “Slow Food” presenti sul suo territorio, in particolare la Macelleria Ceccotti e la Macelleria Balestri.

La Macelleria Ceccotti nasce nel 1956 grazie ad Anna e Dino, che hanno imparato dai nonni l‘importanza delle tradizioni e della semplicità. Questi insegnamenti sono stati tramandati a Simone e Barbara, che attualmente gestiscono la macelleria. Tutte le carni sono allevate e macellate nella zona della Valdera, garantendo una filiera corta con una lavorazione interamente artigianale. I loro prodotti stagionano in ambienti sotterranei appartenenti al Castello di Lari, dove la temperatura costante e il giusto grado di umidità garantiscono un’elevata qualità.

Simone e Barbara della Macelleria Ceccotti a Lari

Simone e Barbara della Macelleria Ceccotti a Lari

Simone e Barbara organizzano degustazioni a partire da 5€ a persona, inoltre tengono lezioni private sulla lavorazione delle carni. Per maggiori info vi lasciamo il numero di telefono 0587 684231.

La Macelleria Balestri nasce dalla salvaguardia dei prodotti tradizionali e dalla custodia dei segreti riguardanti la lavorazione delle carni. Già prima degli anni Cinquanta, la famiglia Baroni era a capo della gestione della macelleria.

Degustazione presso la Macelleria Balestri a Lari

Degustazione presso la Macelleria Balestri a Lari

Dopo il 1956 Ezio Balestri ha avuto la responsabilità di portare avanti le loro antiche tradizioni. A partire dal I luglio 1989 il testimone è passato nelle mani di Davide Balestri e della moglie Federica. All’interno della macelleria si organizzano degustazioni dei loro prodotti unici: la soppressata di Ezio, il famoso salame alle ciliegie e molti altri piatti pronti da cuocere. Per maggiori info questi sono i contatti della Macelleria Balestri:

Mail: info@macelleriabalestri.it oppure macelleriadavide@gmail.com

Tel: 0587 684208

Per visitare il sito cliccate qui.

Per visitare la pagina Facebook cliccate qui.

5. Bernardeschi – Il Fornaio di Lari

Stefano Bernardeschi porta avanti una lunga tradizione nella produzione di pane e dolci. Dal 1927 la sua famiglia è impegnata nell’arte della panificazione attraverso la scelta di farine prodotte da grani antichi – il più possibile a chilometro zero. Speciale il suo pane alle 4 farine (mais, farro, farina bianca toscana di tipo 0 e farina della verna); il risultato è quello di una pagnotta fragrante dal gusto unico.

Pane alle 4 farine di Bernardeschi - il Fornaio di Lari dal 1927

Pane alle 4 farine di Bernardeschi – il Fornaio di Lari dal 1927

Accanto ai prodotti della panificazione con farine della filiera corta, Bernardeschi è anche specializzato nella produzione di biscotteria tradizionale e di colombe e panettoni durante le feste. Nel 2019, infatti, si è classificato al 3° posto come Miglior Colomba d’Italia nella FIPGC (Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria).

Contatti

Tel: 0587 684209

Per collegarvi alla pagina Facebook cliccate qui.

6. La Bottega di Canfreo e la sua Grotta della Stagionatura

Simonetta, Lucia e Federica vi accoglieranno a braccia aperte presso la Bottega di Canfreo nel centro di Lari. Nel loro locale storico è stata riprodotta un’antica atmosfera di socializzazione, che si basa sul rapporto diretto tra cliente e bottegaio. I prodotti del territorio, la loro provenienza, la loro lavorazione, la preparazione di ricette particolari non sono più un segreto perché condivisi con passione e dedizione.

Oltre ad essere una bottega in senso stretto, è anche luogo di ristorazione. I visitatori possono sedersi ai tavoli e gustare piatti e prodotti della tradizione locale, partecipando alla valorizzazione del territorio portata avanti dal locale. Grazie alle sinergie create con i produttori della Valdera, accanto ai locali della Bottega di Canfreo nasce la Grotta della Stagionatura. Qui il Formaggio Tre Latti a caglio vegetale del Caseificio Busti matura lentamente grazie alla costanza dell’umidità e della temperatura, garantita dalle spesse pareti scavate direttamente nella roccia.

Weekend in Toscana: formaggio ai tre latti del Caseificio Busti

Formaggio Tre Latti del Caseificio Busti all’interno della Grotta della Stagionatura

Contatti e info

Mail: labottegadicanfreo@gmail.com

Tel: 0587 932367 oppure 342 6771901

Per visitare la pagina Facebook cliccate qui.

La Bottega di Canfreo è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 23, tranne il martedì. Per mangiare oppure organizzare una degustazione è gradita la prenotazione.

ESPERIENZE DA FARE IN VALDERA PER RENDERE SPECIALE IL WEEKEND IN TOSCANA

Le esperienze – si sa – hanno reso il nostro weekend in Toscana unico e speciale. Nei tre giorni trascorsi in Valdera abbiamo avuto modo di andare a caccia di tartufi e volare nei cieli della Toscana in ultraleggero.

1. Truffle Experience con Savini Tartufi

La famiglia Savini si occupa di tartufi da ben quattro generazioni. La loro passione per questa particolare varietà di fungo ha fatto nascere con il tempo l’esigenza di condividere con un pubblico interessato le loro scoperte e conoscenze.

Nasce così la Truffle Experience, che conta ben tre diversi percorsi alla scoperta del tartufo:

  • Assaggio di Tartufo;
  • A tutto Tartufo;
  • Alla scoperta del Tartufo.

Alla scoperta del Tartufo 

Questa è l’esperienza che noi abbiamo vissuto. Ha una durata di 4 ore: siamo partiti dal Museo del Tartufo e abbiamo raggiunto in pochi minuti una zona boschiva nei pressi di Forcoli.

L’umidità era alta per via del meteo poco simpatico, ma la nebbia che avvolgeva gli alberi del bosco era molto affascinante. Maschero e Giotto – i cani da tartufo – sembravano ipnotizzati dal terreno; annusavano a destra e a manca senza seguire una pista ben precisa finché hanno iniziato a scavare per ben due volte. Man mano che tiravan via la terra, iniziava a percepirsi l’odore inconfondibile del tartufo. Dopo circa un’ora nel bosco il risultato della caccia è stato molto soddisfacente: due tartufi bianchi per un peso complessivo di 27 grammi.

Weekend in Toscana: a caccia di tartufi in Valdera

A caccia di tartufi con Giotto e Maschero della Savini Tartufi

Al termine dell’esperienza nel bosco siamo ritornati presso il museo e abbiamo potuto gustare i prodotti della Savini Tartufi all’interno della sala degustazioni; un tripudio di profumi e sapori ci ha avvolti. La degustazione prevedeva: chips al tartufo, formaggio con fichi e miele al tartufo, uova di quaglia con scaglie di tartufo bianco e pesche al tartufo. Per noi amanti di questo fungo pregiato e dal sapore forte e particolare è stata un’estasi per i sensi.

Degustazione presso la Savini Tartufi

Degustazione presso la Savini Tartufi

Info e contatti di Savini Tartufi

Per vivere la Truffle Experience dovete raggiungere la Savini Tartufi in Piazza D’Ascanio – Loc. Montanelli – Forcoli (PI).

Per maggiori info potete chiamare allo 0587 628037 oppure allo 0587 629339; in alternativa c’è l’indirizzo mail info@savinitartufi.it.

2. Volo in ultraleggero nei cieli della Valdera, per un weekend adrenalinico in Toscana

Un’esperienza da non perdere se decidete di vivere un weekend in Toscana – e precisamente in Valdera – è sicuramente un volo in ultraleggero, in quanto permette di osservare il territorio visitato da una prospettiva completamente diversa.

Siamo arrivati all’Aviosuperficie Valdera di buon mattino, ma la pioggia non accennava a placarsi. Le nuvole non si diradavano e iniziava ad alzarsi la nebbia.

Esperienze in Toscana: volo in ultraleggero dall'Aviosuperficie Valdera

Ultraleggero presso l’Aviosuperficie Valdera

Nella speranza che il tempo migliorasse, abbiamo atteso sotto i capannoni osservando da vicino ultraleggeri e deltaplani a motore e conoscendo meglio l’operato dell’Aero Club di Pisa. Quest’ultimo, infatti, è l’unica associazione sportiva ufficiale della provincia che ha come obiettivo la divulgazione della cultura aeronautica in tutte le sue specialità.

Deltaplano a motore presso l'Aviosuperficie Valdera

Deltaplano a motore presso l’Aviosuperficie Valdera

La pioggia era cessata, ma rimaneva ancora quella nebbia tanto temuta che non ci avrebbe permesso di vedere nulla una volta in quota. Abbiamo dovuto rinunciare a malincuore, ma sicuramente ritorneremo per raccontarvi con i nostri occhi il volo in ultraleggero con un articolo dedicato esclusivamente a questa esperienza.

MUSEI DA NON PERDERE IN VALDERA: WEEKEND IN TOSCANA PER GRANDI E PICCINI

Nel nostro weekend in Toscana non ci siamo fatti mancare la visita di ben tre musei, adatti sia a grandi che piccini.

1. Museo della Ceramica Lodovico Coccapani a Calcinaia

Il Museo della Ceramica si trova nel centro storico di Calcinaia all’interno di un’officina ceramica fondata dai tre fratelli Luigi Giuseppe, Andrea Sigismondo ed Ercole Ranieri Coccapani. La struttura, risalente alla fine del Settecento, affianca la torre d’angolo del castello medievale della città.

Weekend in Valdera: visitare il Museo della Ceramica a Calcinaia

Museo della Ceramica a Calcinaia

Oggi è completamente restaurata e nei suoi ambienti si snoda un percorso museale molto interessante. Il visitatore, infatti, avrà informazioni circa la storia dell’officina ceramica di Calcinaia attraverso le sue produzioni, le fornaci recuperate, gli ambienti artigianali e gli attrezzi del mestiere senza dimenticare il contesto storico-archeologico della zona.

Fornace recuperata presso il Museo della Ceramica di Calcinaia

Fornace recuperata presso il Museo della Ceramica di Calcinaia

Orari di apertura e costi

Il Museo della Ceramica è aperto il sabato e la domenica dalle 15 alle 19. L’ingresso è libero, fatta eccezione per le visite guidate che hanno un costo di 2€ a persona.

Contatti

Mail: museocalcinaia@gmail.com

Tel: 0587 265402 oppure 331 9895351

Per visitare il sito cliccate qui.

Per visitare la pagina Facebook cliccate qui.

2. Musei di Villa Baciocchi a Capannoli

Villa Baciocchi è un edificio settecentesco che sorge, con molta probabilità, sui resti dell’antico castello medievale di Capannoli. Dalla metà del XVII secolo la dimora divenne di proprietà della famiglia Pucci fino ad essere acquistata dai marchesi Baciocchi nel 1833. Oggi è di proprietà del Comune di Capannoli.

Di grande interesse il suo parco botanico – che ospita ben 12 alberi monumentali – e i sotterranei, che provano la funzione di fattoria che la villa ha avuto fino al XIX secolo. Al loro interno si conservavano i raccolti come testimonia la presenza di buche per il grano, della cantinetta e della più grande cantina voltata raggiungibile attraverso una suggestiva scala di mattoni.

Sotterranei di Villa Baciocchi a Capannoli

Sotterranei di Villa Baciocchi a Capannoli

Villa Baciocchi ospita ben due musei: il Museo Zoologico e quello Archeologico.

Museo Zoologico di Villa Baciocchi

Il Museo Zoologico si trova al piano terra della villa. Precisamente il percorso si articola in cinque sale caratterizzate dall’esposizione di animali tassidermizzati, provenienti da tutto il mondo. Oggi si contano oltre 1400 esemplari di fauna, alcuni dei quali inseriti in ricostruzioni ambientali con diorami.

Museo Zoologico presso Villa Baciocchi di Capannoli

Museo Zoologico presso Villa Baciocchi di Capannoli

La tecnica della tassidermia prevede il trattamento e la conservazione delle pelli degli animali poi opportunamente rimontati su un calco precostituito. È opportuno sottolineare che gli animali non vengono uccisi, ma si tratta di pelli di animali deceduti. Il diorama, invece, è la rappresentazione realistica in scala ridotta di un particolare ambiente; nel caso del Museo Zoologico dell’ambiente naturale dove vivono determinate specie di animali.

Museo Archeologico di Villa Baciocchi

Il piano nobile della villa è, invece, occupato dal Museo Archeologico. Anch’esso si compone di cinque sale, che raccontano l’evoluzione storica della Valdera dalla Preistoria al Medioevo. Nella varie sale sono raccolti reperti (ceramiche, elementi lapidei, monete, ecc.), esclusivamente provenienti dagli scavi condotti nel comprensorio della Valdera.

Museo Archeologico di Villa Baciocchi a Capannoli

Museo Archeologico di Villa Baciocchi a Capannoli

L’esposizione è, inoltre, arricchita da ricostruzioni in scala o a grandezza naturale delle varie tipologie di insediamenti, documentate dagli studi condotti in questi ultimi anni. Si osserva, per esempio, la capanna dell’insediamento etrusco della Montacchita a Palaia e la capanna del villaggio neolitico nei pressi di Pontedera.

Orari di apertura e costi dei due musei

In estate i musei sono aperti dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19, mentre in inverno sempre dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. Rimangono chiusi il pomeriggio del martedì e del mercoledì .

Il biglietto di ingresso è di 3€, che sale a 4€ a persona per le visite guidate. Il biglietto, inoltre, consente l’accesso a entrambi i musei.

Contatti

Mail: info@museivillabaciocchi.it

Tel: 0578 607035

Per visitare il sito cliccate qui.

Per vistare la pagina Facebook cliccate qui.

3. Museo Piaggio di Pontedera

Se siete amanti come noi della Vespa il Museo Piaggio di Pontedera è un’esperienza imperdibile, colorata e affascinate. Il museo venne inaugurato il 29 marzo del 2000 all’interno dei locali dell’ex attrezzeria, proprio di fronte alla stazione ferroviaria Pontedera Casciana Terme.

Weekend in Toscana: visitare il Museo Piaggio a Pontedera

Esposizione di Vespe presso il Museo Piaggio di Pontedera

Museo Piaggio di Pontedera

Museo Piaggio di Pontedera

Il locale completamente rinnovato ospita più di 250 pezzi legati alla fantastica storia della Piaggio. Si inizia con la preziosa produzione ferroviaria e aeronautica prebellica fino ad arrivare alla tanto amata Vespa e all’ampia collezione dei prodotti Piaggio a tre e quattro ruote.

Foto ricordo sul sidecar della Piaggio

Foto ricordo sul sidecar della Piaggio

Infine, nella sua apposita sala, sono raccolti i prodotti legati alla storia motociclistica e sportiva dei marchi Gilera, Moto Guzzi e Aprilia.

Orari di apertura e costi

Il Museo Piaggio è aperto dal martedì al sabato dalle 10 alle 18 e, sempre agli stessi orari, la struttura è visitabile la seconda e la quarta domenica del mese.

L’entrata è libera, mentre le visite guidate della durata di un’ora e mezza hanno un costo di 30€ per gruppi da 1 a 10 persone con un supplemento di 3€ per ogni persona aggiuntiva a un gruppo di 10.

Contatti

Mail: museo@museopiaggio.it

Tel: 0587 27171

Per visitare il sito cliccate qui.

Per visitare la pagina Facebook cliccate qui.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

TURISMO ESPERIENZIALE IN CALABRIA: 10 COSE DA FARE DAL POLLINO ALLA PIANA DI SIBARI

 

By | 2019-12-18T12:02:54+01:00 18 Dicembre 2019|Italia, Toscana|0 Comments

About the Author:

Pilar Forcina
Ribelle, sognatrice, amante della natura e delle emozioni forti. Scrivo per rivivere il momento e per condividere informazioni preziose per l'organizzazione di un viaggio. Instancabile, sbadata e con la testa tra le nuvole. Cerco di vivere di istanti di felicità e sfruttarli al meglio per far sì che la vita sia un eterno capolavoro.